La capacità autolitica come carattere di selezione in Saccharomyces cerevsiae