Eleggibilità, ratio legis e sindacato della Corte Costituzionale