Furore, il feroce nichilismo del libero mercato