Appunti sullo “Stato sociale sussidiario”