Colloqui immaginari di amore e di politica tra Messere Niccolò e don Luigi Sturzo