Dell’ambiguità del luogo: una sfida per antropologi e storici