Incertezza, azione organizzata e cambiamenti produttivi. Alcune riflessioni sul caso italiano