Il «bene comune», luogo di espansione della persona umana. La libertà nell’intersezione tra socialità e storicità