La M di Antonio Scurati, ‘monumentale’ e ‘antonomastica’