Il distretto del gusto: una realtà reticolare