Note su Carlo Armellini giurista (1776-1863). «Fedele sempre al culto della patria e della riforma»,