Tra responsabilità per fatto altrui e logica della nossalità: il problema della cosiddetta ‘exceptio noxalis’