Idee per il futuro degli scenari urbani: gli "autodrammi" del Teatro Povero di Monticchiello