Il licenziamento discriminatorio, nullo e orale