Metamorfosi di corpi. Il virtuale incarnato tra letteratura e media