Qualche domanda sul cosiddetto "cinema politico" e l'opera di Elio Petri