Il criterio dell'interesse nazionale si presenta come valida chiave di interpretazione per la politica estera di un paese, come nel caso del conflitto italo-etiopico del 1934-1936. Tuttavia, proprio in questa circostanza si determina una netta frattura tra due modi di concepire tale ottica nazionalista: i nazionalisti/fascisti da un lato e i democratici/giellisti dall'altro. Questa opposizione rappresenta una divisione rispetto al fronte politico che aveva portato l'Italia nella prima guerra mondiale e produce i suoi effetti (consapevoli o inconsapevoli) anche sul modo di intendere gli interessi nazionali dell'Italia repubblicana.

Due idee di nazione. Imperialismo fascista e nazionalismo democratico di “Giustizia e Libertà” durante il conflitto italo-etiopico

MACCHIA A
2012

Abstract

Il criterio dell'interesse nazionale si presenta come valida chiave di interpretazione per la politica estera di un paese, come nel caso del conflitto italo-etiopico del 1934-1936. Tuttavia, proprio in questa circostanza si determina una netta frattura tra due modi di concepire tale ottica nazionalista: i nazionalisti/fascisti da un lato e i democratici/giellisti dall'altro. Questa opposizione rappresenta una divisione rispetto al fronte politico che aveva portato l'Italia nella prima guerra mondiale e produce i suoi effetti (consapevoli o inconsapevoli) anche sul modo di intendere gli interessi nazionali dell'Italia repubblicana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11575/110641
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact